Vitamina C: importante per la circolazione sanguigna

Pubblicato in: Salute

Tag:,

 

La vitamina C svolge un ruolo molto importante per la circolazione sanguigna. Assumerla regolarmente può comportare benefici analoghi a quelli di una lunga e salutare camminata.
E’ proprio questa la sensazionale scoperta scientifica effettuata da un team di studiosi dell’University of Colorado, i cui risultati sono stati presentati durante l’ultima conferenza svoltasi a Savannah, in Georgia.

vitaminac

Durante la 14 edizione dell’ International Conference on Endothelin: Physiology, Pathophysiology and Therapeutics, i ricercatori hanno spiegato come la vitamina C possa sostituire in maniera efficace l’esercizio fisico. Assumendo tale vitamina regolarmente si contribuisce a ridurre in maniera piuttosto significativa l’attività svolta dall’endotelina-1, la proteina che sarebbe la causa principale delle malattie cardiache nei soggetti con problemi di obesità o sovrappeso.

La ricerca universitaria ha preso in analisi un campione di 35 uomini e donne con uno stile di vita piuttosto sedentario, il cui peso rientrava nel range tra sovrappeso ed obesità.
I pazienti sono stati costantemente monitorati per un periodo di circa tre mesi. Circa 20 adulti in tale fase hanno assunto con regolarità una dose di vitamina C, mentre i restanti 15 hanno invece svolto dell’esercizio fisico.

L’analisi dei dati finali si è rivelata piuttosto interessante. E’ stato notato come l’assunzione di vitamina C avesse contribuito a far scendere il livello di endotelina-1; una riduzione di circa 500 mg, pari cioè a quella riscontrata nei soggetti che avevano svolto una regolare attività fisica.

Come si può assumere la vitamina C? Quali alimenti è bene assumere?
La vitamina C, altresì denominata acido ascorbico, è presente in natura in molti alimenti. Ne è provvista in generale tutta la frutta e la verdura. Tuttavia gli alimenti che risultano esserne più ricchi sono gli agrumi, l’ananas, le fragole, le ciliegie, la lattuga, il radicchio, gli spinaci, i broccoli, ma anche patate, pomodori e peperoni.

Tuttavia, pur essendo una terapia del tutto naturale, è bene non esagerare. Un’ assunzione eccessiva di tale vitamina potrebbe comportare gravi effetti collaterali quali vomito, diarrea, o disturbi gastrointestinali.
Pertanto la dose consigliata si aggirerebbe intorno ai 2000 mg al giorno.

Commanta l'articolo

Go Top