Smettere di fumare: basta convincersi

Pubblicato in: Salute, Soluzioni

Smettere di fumare è un passo molto difficile da compiere. Questo è un dato di fatto, così come lo è il fatto che i rimedi più diffusi, come le gomme ed i famosi cerotti, raramente conducono a dei risultati consistenti. Il motivo alla base del fallimento di questi metodi è che non è la nicotina a fornire la vera e propria dipendenza, bensì l’abitudine del gesto del fumo.

Questo significa che per smettere di fumare è necessario convincersi della decisione e che si riuscirà a raggiungere tale obiettivo. È un atto di volontà che viene contrastato dallo stress della vita di tutti i giorni e dalla mancanza di tempo da dedicare a sé stessi, che rende difficile cambiare una solida abitudine in modo così radicale. Nonostante si incontrino molteplici difficoltà, è bene tenere a mente che la soluzione è sempre dietro l’angolo.

La prima cosa da ricordare sempre, in qualunque situazione, è che il fumo fa male. Come è stato efficacemente dimostrato, fumare sigarette aumenta sensibilmente il rischio di contrarre il cancro, in particolare alle vie aeree superiori ed inferiori. Per un fumatore, la probabilità di ammalarsi è molto più elevata ma, anche se lo si è stati per un lungo periodo, smettere di fumare fa diminuire in modo molto incisivo questa probabilità. Inoltre, come è risaputo, il fumo danneggia ancora di più tutte le persone che circondano il fumatore.

Smettere di fumareSe i problemi di salute in cui si può incorrere non spaventano abbastanza da smettere di fumare, bisogna pensare alla spesa mensile per l’acquisto delle sigarette. Fumandone un pacchetto al giorno, si spendono circa 150€ al mese, equivalenti a quasi 2.000€ all’anno, che vengono sottratti al budget familiare. Inoltre, un fumatore incallito ne spende circa il doppio.

Alla spesa per l’acquisto delle sigarette si affiancano le numerose spese secondarie, alle quali poche persone pensano ma che, comunque, gravano fortemente sul bilancio finanziario del nucleo familiare. Chi fuma deve sottoporsi più frequentemente alle visite dentistiche per farsi curare i denti ingialliti e lo smalto dentale rovinato.

Il fumo causa anche altre problematiche: l’aspetto della persona viene penalizzato dai denti ingialliti e dalla pelle che invecchia più rapidamente, mentre la prestazione fisica risente sensibilmente dell’appesantimento delle vie respiratorie. Il gusto degli alimenti perde una buona parte del suo sapore a causa dell’abitudine di avere il fumo in bocca, mentre i residui impregnano i vestiti, rendendoli sgradevoli.

Il fumo crea dipendenza, al pari delle altre droghe. Questo significa che chi fuma è alla continua ricerca della dose successiva e vivere in questo modo non è affatto piacevole. Non ci si sofferma facilmente su questo aspetto ma, provando a ripercorrere i momenti di una giornata tipica, ci si accorge rapidamente del fatto che le sigarette controllano e modificano in modo eccessivo il comportamento di una persona ed il suo umore.

È importante domandarsi se ne vale veramente le pena. Smettere di fumare è una rinuncia che migliora splendidamente la qualità della vita. Giova alla salute ed al contenuto del portafoglio. Quindi, perché continuare? I vantaggi del fumo, semplicemente, non esistono e fumare è solo una condizione mentale che può essere combattuta e battuta con un piccolo sforzo di volontà. Riflettici.

Commanta l'articolo

Go Top