Rimedi naturali contro i geloni

Pubblicato in: Soluzioni

Tag:

I geloni rappresentano un disturbo tipico della stagione invernale e colpiscono le parti del corpo più esposte al freddo ed all’umidità, come le mani, i piedi, il naso e le orecchie. Si verificano più frequentemente sulle dita e provocano alcuni fastidi, quali l’arrossamento, il gonfiore, il prurito intenso e persino il dolore, causati dal rallentamento del microcircolo, che viene provocato dall’abbassamento della temperatura esterna e dall’aumento del tasso di umidità. Per questo, la terapia più efficace consiste nell’adozione di alcune misure preventive volte a proteggere le parti interessate ed a mantenerne costante la temperatura.

Il primo accorgimento da effettuare è coprirsi al meglio: dei guanti di lana, delle calze pesanti e delle scarpe munite di suole termiche in pelliccia sono gli indumenti ideali per proteggere le mani e i piedi, soprattutto se si trascorre molto tempo all’aria aperta o in un ambiente non riscaldato. I geloni alle orecchie e al naso, invece, possono essere prevenuti con l’ausilio di una sciarpa e di un berretto caldo.

PediluvioPer quanto riguarda il trattamento vero e proprio, i geloni possono essere combattuti con alcuni semplici ma efficaci rimedi naturali a base di erbe ed alimenti di uso comune. Uno dei più conosciuti e utilizzati da sempre è il sale, utilizzabile per praticare un pediluvio in acqua calda seguito da un risciacquo con dell’acqua fredda: esso migliora la circolazione del sangue, alleviando il fastidio dei geloni ai piedi.

Tra le erbe più efficaci per lenire e contrastare i geloni ci sono l’arnica, la lavanda e l’ortica, con le quali si possono preparare degli impacchi localizzati ed in grado di espletare una benefica azione decongestionante.

Se la pelle non presenta delle ferite o delle abrasioni, si può applicare anche il pepe di Cayenna in polvere, il quale stimola la circolazione sanguigna in modo naturale. Le rape offrono un effetto lenitivo e calmante del quale si può beneficiare strofinandole localmente per una ventina di minuti, mentre il rafano offre un rimedio a lungo termine, da applicare costantemente, ma potenzialmente risolutivo.

Dei rimedi naturali più semplici e più comodamente a portata di mano, il succo di limone è sicuramente uno dei più validi: è ricco di vitamina C, quindi effettua un’azione antinfiammatoria e stimola il microcircolo. È sufficiente frizionare le parti colpite dai geloni con una piccola quantità di prodotto. In alternativa, si può ricorrere alle cipolle ed alle patate, le cui fette leniscono localmente le irritazioni causate dal freddo ed agevolano la guarigione della parte colpita.

L’erboristeria e l’omeopatia offrono un ricco ventaglio di terapie salubri e prive di effetti collaterali, come le tisane a base di mirtillo, tiglio, equiseto e vite rossa, che curano i problemi circolatori dall’interno e proteggono i vasi sanguigni dall’insorgenza dei geloni. Un’altra possibile soluzione consiste nell’effettuare un massaggio con gli oli essenziali di rosmarino e calendula, che se donano un sollievo immediato e contrastano il gonfiore, il prurito ed il rossore.

Commanta l'articolo

Go Top