Pulire il viso in modo naturale

Pubblicato in: Soluzioni

Tag:

Per una pelle luminosa e ricettiva dei trattamenti di bellezza è necessario effettuare un’accurata pulizia del viso. Chi non ha il tempo di andare dall’estetista o preferisce risparmiare, può fare ricorso ai rimedi della nonna, che possono risultare efficaci e sono sicuramente economici. La pulizia del viso ha come scopo l’eliminazione delle cellule morte, delle impurità e del sebo in eccesso e la prevenzione dei brufoli e dei  punti neri.

Prima di compiere un’opera di pulizia, bisogna avere una pelle pronta a ricevere i trattamenti purificanti, quindi il primo passo consiste nel far aprire i pori. L’operazione è molto semplice, in quanto basta versare dell’acqua ed un cucchiaio di bicarbonato in una pentola, quindi scaldarla. Giunta all’ebollizione, il fuoco va spento ed il viso posto al di sopra del vapore. In questo modo, i pori si aprono e la pelle inizia a depurarsi.

Il secondo passo consiste nel detergere la pelle e, anche in questo caso, il procedimento si rivela semplice ed economico: bisogna applicare dell’acqua di rose, del burro di cocco oppure dell’olio di mandorle dolci, se la pelle è piuttosto secca, su un dischetto ed usarlo per massaggiare viso compiendo dei movimenti circolari. In questo modo, inoltre, si riattiva la circolazione.

Pulire il viso in modo naturale ed efficacePer effettuare una pulizia del viso completa è necessario creare una maschera purificante. La base può essere composta da dello yogurt, del miele o del gel di aloe naturale, mentre gli altri ingredienti offrono molteplici possibilità. La camomilla e la calendula sono particolarmente efficaci sulle pelli arrossate, mentre la pelle grassa va trattata con del limone oppure dell’argilla. La pelle affaticata giova splendidamente del cetriolo ed i punti neri vengono contrastati dall’albume d’uovo o dalla gelatina alimentare. Per un semplice effetto purificante, invece, è sufficiente applicare dell’olio di rosmarino o della bardana. La maschera, comunque, dev’essere applicata sul viso e tenuta per circa 40 minuti, quindi va sciacquata con l’acqua calda.

Per eliminare le cellule morte si può usare lo scrub. La ricetta base prevede di massaggiare sul viso del bicarbonato sciolto in pochissima acqua ma per compiere un’azione più profonda è possibile usare un composto formato da zucchero, miele e succo di limone. Dopo il massaggio, che dev’essere compiuto in modo circolare e non troppo energico, i residui vanno tolti con l’acqua tiepida. Il secondo tipo di scrub è da evitare se si ha una pelle arrossata o acneica, perché si rischia di irritarla ulteriormente.

Alla fine del procedimento bisogna far richiudere i pori dilatati picchiettando con un batuffolo imbevuto di un tonico astringente. Anche in questo caso, si può ricorrere ad un metodo naturale, che consiste nell’utilizzare un infuso di pompelmo o rosmarino. Se la pelle è secca, invece, è meglio optare per il tè verde, mentre per le pelli grasse è consigliabile il tonico alla rosa. Come ciliegina sulla torta, si passa una buona crema idratante, possibilmente bio.

Commanta l'articolo

Go Top