Le proprietà dell’olivello spinoso

L’olivello spinoso è un arbusto i cui benefici sono conosciuti fin dall’antichità. Si tratta di una pianta che cresce in situazioni abbastanza difficili, infatti ha bisogno solo di sole e quindi riesce ad attecchire bene anche in terreni sabbiosi e zone aride. La coltivazione prevalente avviene in Asia e nelle coste europee, ma vi sono coltivazioni anche in alcune zone della Toscana. L’origine della pianta è in Sud Asia e il popolo cinese conosce i rimedi e le proprietà di questo arbusto da circa 2000 anni.

I frutti dell’olivello spinoso sono ricchi di vitamine, in particolare A, vitamine del gruppo B ed acido folico e vitamina C, sali minerali, come il potassio, il calcio, fosforo, magnesio e ferro, ma anche omega 3,6 e 9. Della pianta, però, si utilizzano anche le gemme, le foglie e la corteccia.

OlivelloLa gemmoterapia, cioè l’uso delle gemme di piante per cure fitoterapiche, è una vera e propria branca della fitoterapia che sfrutta le proprietà solo di parti fresche delle piante e germogli al fine di estrarre attivi utili a curare e prevenire patologie. Il vantaggio delle gemme è dato dalla concentrazione dei principi attivi contenuti e quindi un’azione più efficace rispetto ai rimedi fitoterapici tradizionali. La conferma di tale teoria arriva anche dagli studi condotti presso l’Università di Lione che, analizzati i vari derivati dalle gemme, ha confermato una maggiore concentrazione di proteine, vitamine e sali minerali.

Come per la generalità delle piante anche l’olivello spinoso risponde alla stessa logica. L’estratto di gemme di olivello spinoso, infatti, contiene un’elevata quantità di acidi grassi essenziali e di sostanze antiossidanti. Per questo motivo può essere utilizzato a fine preventivo per rinforzare il sistema immunitario e come rimedio immunostimolante e ricostituente contro l’influenza e la convalescenza. In alcuni casi può essere associato l’uso di estratto di olivello spinoso con la rosa canina ed il ribes nero.

L’estratto di gemme di olivello spinoso può essere trovato in due formule. La prima è in forma di macerato glicerico, cioè preparato attraverso la macerazione delle gemme in un preparato di glicerina, acqua ed alcool. Questa soluzione può essere assunta in misura di 50 gocce, che possono essere diluite in un po’ d’acqua in base ai propri gusti. La seconda possibilità è trovare il macerato madre, si tratta di un prodotto più puro e proprio per questo è necessario assumere 15 gocce, diluite in acqua o in forma pura, preferibilmente al mattino. Tale soluzione è preferibile perché può essere assunta anche dai bambini e dalle donne in gravidanza, in quanto non contiene alcool.

Commanta l'articolo

Go Top