La medicina tradizionale cinese

Pubblicato in: Salute

Tag:

La medicina tradizionale cinese, nonostante sia concettualmente distante dalla cultura occidentale, è una pratica sempre più diffusa presso i paesi europei. Ha origini molto antiche e, nel corso del tempo, ha assimilato alcuni concetti filosofici di rilievo, come quelli confuciani e taoisti. Una delle più importanti fonti della medicina tradizionale cinese è l’antico trattato Huangdi Neijing, ovvero il Il Canone di Medicina Interna dell’Imperatore, che risale al IV secolo a.C. e ne raccoglie i principi fondamentali. Nel campo medico cinese, è considerato il testo più influente.

In via riduttiva, i principi della medicina tradizionale cinese si possono sintetizzare nel rapporto tra lo Yin, ovvero il genere femminile e negativo rappresentato dalla luna, e lo Yang, ovvero il genere maschile e positivo rappresentato dal sole. Insieme, lo Yin e lo Yang generano il Qi, che è la forza di trasformazione attraverso la quale il Tao, elemento, motore e scopo di ogni elemento, si manifesta.

La medicina tradizionale cineseQuella cinese è una medicina olistica, quindi che considera l’individuo in modo completo, includendo ogni fattore fisico e psicologico. Il presupposto è che lo stato di salute di una persona dipende dall’equilibrio del Qi e dall’armonia con lo Shen, ovvero la sostanza materiale. Questi elementi si manifestano attraverso dei sintomi localizzati in una determinata parte del corpo e possono essere alterati da diversi fattori esterni. Mentre la medicina occidentale cerca di curare la patologia agendo solamente sui suoi sintomi, la medicina tradizionale cinese risale all’origine del disequilibrio, combattendo il male alla radice. Le terapie che mette in atto per fare ciò sono molteplici ed includono il massaggio, la ginnastica medica e l’agopuntura.

Lo scopo della medicina tradizionale cinese è permettere all’individuo di raggiungere l’equilibrio nel cosmo e sentirsi un tutt’uno con la natura che lo circonda. I principi su cui si fonda sono assolutamente benefici ed uno dei più importanti è seguire un’alimentazione completa, bilanciata e rispettiva dei cicli stagionali, quindi priva di frutta e verdura fuori stagione. Mette in rilievo anche l’importanza di dedicarsi regolarmente all’esercizio fisico, per rimettere in ciclo l’energia sopita e trasformarla in linfa vitale. Ciò aiuta ad affrontare, tra le altre cose, lo stress e l’affaticamento mentale causato dall’ansia.
Nella pratica, la dottrina medica cinese si rivela efficace nel trattamento dei dolori cronici e viene spesso affiancata alla chemioterapia, in quanto è in grado di alleviare la sensazione di malessere da essa provocata. Viene comunemente adottata anche per combattere le disfunzioni sessuali, i problemi gastrointestinali ed i dolori muscolari.

In Italia, alcune pratiche sono riconosciute ufficialmente, mentre altre non sono state ancora certificate, nonostante sia certo che possano apportare degli importanti benefici e non presentino alcuna controindicazione. Per apprendere le nozioni e le tecniche della medicina tradizionale cinese esistono delle scuole e degli istituti specializzati: i corsi sono ben articolati e consentono di ottenere un’adeguata formazione e preparazione.

Commanta l'articolo

Go Top