La luffa per la pulizia della pelle e della casa

Pubblicato in: Bellezza, Notizie

Tag:, ,

La luffa è una spugna vegetale ricavata dai frutti di alcune piante dell’omonimo genere botanico, in particolare dalla Luffa cylindrica. Queste vengono coltivate principalmente nelle regioni tropicali dei paesi asiatici e nell’America Meridionale, ma recentemente sono giunte anche in Sicilia e Sardegna. Nelle sue zone d’origine, viene anche impiegata come pianta ornamentale, alimento e rimedio terapeutico.

Nel momento in cui la luffa completa la maturazione, viene lasciata essiccare e privata della buccia, dei semi e di ciò che resta della polpa. La struttura fibrosa leggerissima che rimane è la parte che costituisce la spugna, materiale ideale per lavare la pelle e gli oggetti. In Asia e Sud America è apprezzato anche il lattice estratto dal fusto della pianta per le sue virtù terapeutiche e come detergente. La struttura fibrosa della luffa, che raggiunge dimensioni notevoli, è poi accuratamente tagliata per formare le spugne. La spugna ottenuta con la luffa è naturale e biodegradabile e non provoca allergie. Per questo motivo, rappresenta un’ottima alternativa a quelle sintetiche.

LuffaLa luffa ha degli effetti positivi sulla pelle. La spugna è esfoliante e rinnova l’epidermide, utilizzata con del bagnoschiuma e passando poi dell’olio vegetale come quello di albicocca o mandorla. Essa rende la pelle liscia e morbida ed attiva la microcircolazione sanguigna. La luffa si conserva molto bene nel tempo, non è soggetta a formazione di muffa, è un materiale igienico. Inoltre la spugna vegetale si può risciacquare con semplicità e non resta umida a lungo. Un altro utilizzo della luffa è come spugna per lavare efficacemente piatti, pentole e posate.

Tra gli altri effetti benefici della spugna di luffa per il nostro corpo ci sono la diminuzione del gonfiore dei piedi e delle gambe e la riduzione degli inestetismi della cellulite. Pur essendo fibrosa, la luffa massaggia dolcemente la pelle e non la graffia. Un altro interessante beneficio è l’eliminazione dei peli incarniti provocati dalla ceretta. La vera spugna naturale di luffa non è trattata chimicamente. Prima o poi la luffa perderà il suo potere di detergere delicatamente ma non sarà certo il caso di buttarla via. Infatti quando la spugna non è più utile per il nostro corpo è invece perfetta per lavare le stoviglie, anche quelle incrostate, perché conserva ancora un’incredibile capacità abrasiva.

Commanta l'articolo

Go Top