Il succo d’arancia è meglio del caffè

Fino ad oggi, il rimedio universale per riuscire a tenere gli occhi aperti e aumentare la produttività era il caffè. E se invece, tra gli alimenti di utilizzo comune, ne esistesse uno più efficace della popolare bevanda per riuscire a stare svegli? Secondo una recente ricerca, condotta dalla Reading University e pubblicata dalla rivista medico-scientifica European Journal of Nutrition, sembrerebbe proprio che questo alimento esista e sia il succo d’arancia. Basterebbe già un solo bicchiere del succo di questo agrume, per apprezzare un immediato miglioramento di concentrazione e capacità di resistere al sonno e all’affaticamento.

La ricerca è stata condotta su un gruppo di 24 soggetti, analizzati in due giornate successive di test. Durante la prima giornata, prima di svolgere dei semplici esercizi, è stato fatto consumare al gruppo un bicchiere di succo d’arancia. Il giorno dopo, viceversa, la compilazione dei test è avvenuta dopo il consumo di semplice acqua aromatizzata, simile per colore e gusto al succo d’arancia ma priva degli stessi apporti nutritivi. I risultati dell’esperimento sono sorprendenti e dimostrano come il consumo di succo d’arancia sia in grado di influire in maniera sensibile sul risultato delle prestazioni, migliorando la soglia di attenzione e di concentrazione, ma anche la velocità di ragionamento. I benefici del succo, infatti, si dispiegano soprattutto in un più efficiente afflusso di sangue alle cellule cerebrali, che di conseguenza funzionano meglio e più velocemente.

Succo d'aranciaDaniel Lamport, tra i coordinatori della ricerca, ha illustrato con chiarezza i dati raccolti, evidenziando come i benefici legati al consumo di succo d’arancia si protraggano fino a sei ore dopo la sua assunzione. La quantità ottimale per percepirne i benefici si aggira attorno ai 250 ml, pari a un normale bicchiere da cucina. Naturalmente, il succo deve essere consumato appena dopo la spremitura del frutto, per beneficiare al meglio di tutte le preziose proprietà nutritive in esso contenute.

Il merito dei benefici del succo d’arancia sull’attenzione e sulla concentrazione sarebbero da attribuire soprattutto alla grande quantità di flavonoidi contenuti in questo agrume. Assumerne un bicchiere al giorno, specialmente se al mattino per colazione, può essere un ottimo modo di cominciare la giornata con una sferzata di salute ed energia. Al contrario del caffè, inoltre, il consumo di succo d’arancia non presenta significative controindicazioni ed è un ottimo modo per fare il pieno di fibre e vitamina C.

Commanta l'articolo

Go Top