Rimedi naturali contro l’alitosi

Il disturbo che induce l’emissione di un alito sgradevole viene definito alitosi e può essere ricondotto a una molteplicità di cause anche molto diverse tra loro per gravità ed origini. Quando il problema non è la manifestazione di una patologia più grave, però, esistono numerosi rimedi ed accorgimenti naturali in grado di contrastarlo o mascherarlo.

La prima possibile causa dell’alitosi è ricondotta ad un pessimo igiene orale. Quando sui denti, sulla lingua e sulle gengive avviene una proliferazione batterica bisogna intensificare i lavaggi con strumenti e prodotti dall’azione antibatterica, aggiungendo alla routine l’utilizzo costante di un collutorio, del filo interdentale e del nettalingua. La più accurata rimozione della patina di placca, infatti, impedisce la fermentazione dei residui del cibo, attenuando l’insorgenza del cattivo odore.

Non è raro che l’alitosi sia legata al consumo di alimenti che favoriscono la produzione di sostanze gassose contenenti zolfo o altri elementi dall’odore sgradevole durante il processo digestivo. È il caso di alcuni ortaggi, come l’aglio e la cipolla, del latte e dei suoi derivati e della carne rossa, che contribuiscono ad accentuare l’effetto dell’alito pesante.
Anche il consumo di bevande alcoliche e di tabacco ha degli effetti dannosi sull’alito perché favorisce l’inacidimento della saliva e dei succhi gastrici, contribuendo ad appesantire l’odore emesso dalla bocca mentre la digestione è in atto.

Chiodi di garofanoLa natura offre diversi aiuti in grado di ridurre l’alitosi, eliminando alcune delle sue cause alla radice ed aiutando a rinfrescare la bocca. L’uso di prodotti antisettici può essere affiancato o addirittura sostituito dall’utilizzo di alcuni estratti noti per le loro proprietà antibatteriche, come gli oli essenziali di agrumi ed i chiodi di garofano: essi sono in grado di contrastare il proliferare dei microrganismi batterici dovuto alla fermentazione dei residui di cibo, riducendo l’insorgere dei cattivi odori.

Altre sostanze, invece, donano una splendida sensazione di freschezza, contribuendo a mascherare l’alitosi grazie al loro effetto balsamico. Tra queste sostanze si annoverano la menta e l’eucaliptolo, le cui efficaci azioni li hanno resi dei fenomenali ingredienti per la preparazione di collutori e paste dentifricie. A questi si aggiungono l’anice, il finocchio, il rosmarino e la salvia: oltre a svolgere delle azioni antibatteriche e balsamiche, possono migliorare la digestione e prevenire il disturbo agendo alla sua radice.

Commanta l'articolo

Go Top