Cacao e cioccolato: fanno bene al cervello e migliorano le capacità cognitive

Pubblicato in: Notizie

Tag:, ,

Le ricerche e le conoscenze empiriche hanno confermato nel tempo moltissime qualità del cacao: alimento naturalmente ricco di nutrienti, ha anche doti energetiche ed effetti benefici sull’umore. Solo alcune recenti analisi, tuttavia, hanno svelato che il consumo di cacao, anche sotto forma di gustoso cioccolato, esercita un importante apporto positivo al migliore funzionamento del cervello e delle capacità cognitive. Sarebbe sufficiente un costante ma moderato consumo di questo alimento, quindi, per verificare importanti incrementi nei parametri legati alla memoria e alle capacità d apprendimento.

Il merito della scoperta è da attribuire alla University of South Australia, che ha condotto una intensa analisi sullo stile di vita di ben 968 persone per circa un trentennio. Sulla base di specifiche ricerche finalizzate a valutare lo stile di vita complessivo, il quadro clinico e le abitudini alimentari dei soggetti presi in esame, chi consumava più cacao andava statisticamente incontro a un più lento declino delle facoltà cognitive. Ma non è tutto: al cacao sarebbero imputabili anche interessanti miglioramenti nel funzionamento dell’apparato cardiocircolatorio e – più in generale – una diminuzione delle conseguenze provocate sull’organismo dai radicali liberi.

CacaoI benefici del cacao sull’organismo potrebbero essere dovuti alla consistente presenza, in questo alimento, di flavonoidi: si tratta di composti chimici di origine vegetale, conosciuti per la loro capacità di contrastare gli effetti dell’invecchiamento e salvaguardare molte funzionalità del corpo.

Ad incrementare questi risultati, inoltre, si aggiungono altre sostanze normalmente presenti nel cacao: anche teobromina, caffeina e metilxantine sono in grado di incrementare le capacità cognitive e rafforzare memoria, attenzione e capacità di concentrazione.

La ricerca in esame conferma quello che, molto intuitivamente, sembrava essere già ben noto grazie all’esperienza: un pezzetto di cioccolato in periodi di stress e iper-lavoro aiuta a sostenere l’organismo e a migliorare la reattività. A patto, ovviamente, che sia ad alta concentrazione di cacao. Per potenziare i benefici del cioccolato, infatti, sarebbe meglio sceglierlo sempre nella varietà fondente, più ricca di prezioso cacao e con meno grassi. In futuro altri studi chiariranno ulteriormente quali siano le potenzialità di questo prezioso alimento ma nel frattempo potremo continuare a consumarlo – senza eccessi – a cuor leggero: fa bene al cervello, al palato e soprattutto all’umore.

Commanta l'articolo

Go Top