2 rimedi della nonna ai problemi di digestione

I problemi digestivi colpiscono sempre più persone, soprattutto nei periodi in cui si mangia più pesante, come in inverno. La soluzione però può arrivare da semplici segreti della nonna.

Il primo rimedio proposto è molto semplice, in quanto trattasi di un infuso di cicoria. Per realizzarlo è necessario lasciare essiccare 20 grammi di foglia di cicoria al sole per una giornata. A questo punto si deve portare ad ebollizione un litro di acqua e aggiungere le foglie secche che devono essere lasciate in infusione per circa 15 minuti. Trascorso tale tempo, l’infuso va filtrato. Lo si deve bere prima dei pasti principali, quando è ancora tiepido.
Se la giornata è uggiosa o semplicemente non c’è tempo di lasciare essiccare la cicoria al sole, la stessa può essere messa in forno e cotta a 50°C per circa 60 minuti.

Il secondo digestivo che arriva direttamente dalla credenza della nonna è la grappa alle olive nere. In questo caso il procedimento dura parecchi giorni e occorrono più ingredienti: 1 litro di grappa bianca, mezzo chilo di olive nere, 400 grammi di zucchero, la buccia di un arancio, preferibilmente non trattato, 3 bacche di ginepro e 3 chiodi di garofano. Per la realizzazione è molto importante il procedimento infatti gli ingredienti devono essere mescolati in modo graduale e secondo un preciso ordine in modo da avere il risultato voluto.

Olive nerePer prima cosa devono essere messi in un vaso ermetico i chiodi di garofano, la buccia di arancia lavata e le bacche di ginepro. Si procede a strati, con 200 grammi di zucchero, 250 grammi di olive e 500 ml di grappa e, nello stesso ordine, le porzioni restanti. Il vaso ermetico deve essere chiuso, in questo modo non si perdono gli aromi e deve essere coperto da un canovaccio scuro. Per i primi 4 giorni il vaso va agitato una volta al dì, in modo che tutti gli ingredienti si mescolino e lo zucchero si sciolga. Il preparato deve essere poi lasciato riposare per altri 36 giorni.

A questo punto si procede a filtrare con un tessuto stretto come un telo a trama fine. Il risultato sarà un liquore da utilizzare prima dei pasti, soprattutto se si prevede che saranno abbondanti. È bene ricordare che si tratta di una bevanda con una gradazione alcolica molto elevata in quanto non c’è aggiunta di acqua, ma solo grappa e zucchero quindi l’uso deve essere moderato e si deve fare attenzione soprattutto se si ha intenzione di guidare. Infine, particolare cautela anche per chi ha patologie particolari come il diabete.

Commanta l'articolo

Go Top